Dissolvenza

Avevamo questa vita per recuperare.

Avevamo questa vita per ricominciare.

Ma tu papà, hai deciso di abbandonarti al malessere della nera rabbia che ti logora e logora.

Il tuo spirito ti ha lasciato e la tua anima vaga nel grigio torpore del nulla

quel poco di amore che esisteva nel tuo cuore si è dissolto, evaporato.

E io, chiusa nel mio mare di dolore

non smetto di pensare alla fine che abbiamo fatto.

Una fine che non avrà un nuovo inizio senza il consapevole distacco

per non annegare,

per non morire un’altra volta

nell’abisso della dannazione eterna.

Giornata Mondiale della Natura Selvatica🍃🐾💚🦌🦝🐻🍂🌵🌲❤

Il cuore può essere coltivato.

Così come viene potata una pianta selvatica, possiamo recidere i rami secchi della nostra vita, assorbire acqua pulita e ridare vita al terreno.

Possiamo farlo battere in un territorio arido intriso di aria grigia e stantia oppure possiamo scegliere di donare al nostro cuore un intenso colore rosso, farlo battere a tempo di musica, riempiendolo di ossigeno puro e rinnovato.

Tutto dipende da come coltiviamo il nostro terreno interiore.

Il cuore può essere coltivato, ma sta a noi capire se vogliamo trasformarlo in una bellissima pianta con fiori meravigliosi

o vogliamo lasciarlo ramificare in una pianta carnivora con fitte spine taglienti.

Pensieri dal cuore

Il mondo in cui viviamo è sempre più soggetto a cambiamenti distruttivi, nel totale marasma di questa veloce e confusa esistenza, ci sono persone differenti, perle preziose che arrivano chissà da quale galassia, anime di luce che rendono bello tutto ciò che toccano. Ultimamente ho capito che non è poi così difficile incontrare queste persone peculiari, in particolar modo se dentro hai un cuore vero, reale, che ha voglia di amare davvero. Perché ormai per troppi è diventato un peso morto da portarsi dentro, nemmeno fosse a pagamento, probabilmente è un problema di questa società o soltanto del male che troppo spesso si radica dentro come una malattia. Sono consapevole e ho imparato a guardarmi dall’ esterno e riesco ad osservare il prossimo con una buona dose di non giudizio ma pur sempre rendendomi conto della pochezza spirituale di tanta gente.. è pensare che basterebbe così poco per osservare la bellezza di tutto ciò che Dio ci ha donato e quanto bene possiamo dare agli altri, senza necessariamente essere sempre incazzati, senza aspettarsi qualcosa in cambio.

La mia vita è stata segnata pesantemente da situazioni tremende ma anche da piccole gioie che sono diventate la mia forza, la mia felicità. Non è mai facile vivere sapendo di non essere esattamente comune, senza appartenere ad uno stereotipo.. molto spesso la massa si ritrova grazie a qualche cosa di simile, magari per fattori estetici, hobby, lavori o semplicente come stili di vita. Il vero problema è quando ti rendi conto che le persone cercano in te il tassello mancante dei loro problemi, la spalla per piangersi ancora più addosso, cercando solo qualcuno per sfogarsi o ancora peggio, qualcuno a cui succhiare completamente l’energia vitale. Non è certo una novità che da sempre la comunità si identifica in qualcosa di negativo, basti pensare ai programmi televisivi, a quanto le notizie negative e pessimiste, possano unire le persone… questo mi fa riflettere.

Sarebbe bello invece, avere la voglia di essere felici con se stessi a tal punto da augurare il meglio al prossimo. Per fare questo credo che ci voglia una fede profonda e una voglia di vivere non indifferente. Sono sicura che molti individui c’è la mettono tutta, poi però subentrano i problemi quotidiani di ogni tipo e basta poco per imbrutirsi e ricadere in uno stato di torpore negativo.

Se tutti noi dedicassimo anche solo mezz’ora al giorno per goderci il momento presente, senza lamentele, senza critiche, senza sentimenti cattivi, potremmo goderne gli infiniti benefici dello Spirito Santo che entra in noi per farci essere persone migliori. Ho riscoperto la fede che in realtà non avevo mai perso e non posso spiegare a parole l’infinita ricchezza interiore che sto provando, indipendentemente da vari problemi che ancora mi porto dietro come una zavorra o ancora meglio, definirei i problemi di tutti noi, come le croci che dobbiamo portare.. pesanti o meno che siano, sono la nostra più grande forza. Una forza che può migliorare e ripulire il nostro animo, imparando a lavorare su noi stessi, utilizzando la mente come una lavagna bianca dove riscrivere solo pensieri positivi. Sono sempre più convinta che molti mali, come i sentimenti negativi verso il prossimo, arrivino anche da qualcosa di spirituale ma non approfondirò questo tema, almeno in questo blog, che è partito e resterà un blog dedicato alla mia cagnolina Morgana e ai futuri viaggi che faremo noi “Morgans”, questi temi verranno approfonditi in un blog mio personale dove sarò semplicemente “io” la vera me stessa, che per molto tempo ho sepolto sotto la paura di mostrare e far uscire fuori.

Quando ci si ritrova, bisogna andarci con i piedi di piombo, con calma senza pretendere troppo da noi stessi, ricominciando dalle impercettibili cose di tutti i giorni, rendendo grazie per i cambiamenti avvenuti e la consapevolezza acquisita.

Non so cosa mi regalerà il viaggio della vita, ma sono sicura che dopo tante salite ci saranno discese e le salite torneranno ma mai come quelle passate e saranno facilmente riconoscibili e mi daranno la maturità per affrontarle.

Ora respiro e mi rilasso, ogni istante percepisco la crescita e la motivazione che mi ha spinta dove mi trovo. Non me la prendo più di tanto per le delusioni arrivate come boomerang dalle persone più care, dalla famiglia biologica o dalle persone che reputavo come famiglia..

sento immediatamente se qualcuno o qualcosa è per me o non lo è, così facendo mi tutelo e soprattutto tengo a distanza persone perse nei loro deliri di onnipotenza. Ho scoperto gente con blog apparentemente interessanti che si sono rivelati l’incarnazione di “Omen il presagio” o ancora, persone che sembravano essere le più dolci e innocenti, con blog al limite della follia, che nascondevano dietro alle loro parti infantili, una vena alla dottor Jekyll e Mr Hyde da fare rabbrividire persino il mio passato da cartomante da strapazzo.

Ma la vita è anche questo, sentire puzza di bruciato e fuggire il più lontano possibile.

Proprio come ho già detto, il mondo esterno dipende da cosa abbiamo dentro e infatti, da quando ho iniziato a vedere con occhi diversi, ho trovato nel mio percorso persone come Giuliana Campisi❤️

Cosa che non faccio con me stessa ma adoro fare con chi stimo, è lodare chi si merita davvero un posto speciale nel cuore. Una persona che rispetto dal punto di vista umano e artistico 🐱🖋📜 🎨 🖌

Oggi ho ricevuto il suo dipinto e con grande felicità anche un grande pensiero che mi ha riempito di gioia.. in realtà ha reso felice non solo me ma anche la gnoma detta ormai Felfa Fuffa😁

Il Dipinto raffigura un angelo meraviglioso dai tratti delicati, dall’espressione sognante ma con un risvolto birichino… molto simile a me😄 dai colori che più amo, seduto su di un lungo ramo che tocca il cielo, con alcune stelline appese, quasi intento ad aiutare la notte nella sua missione di splendere, sotto la protezione della luna e del suo compagno piumato.

Per quanto riguarda il pensiero, credo che non ci sia molto da aggiungere😍🐾 basta guardare qui👇🏻😊❤️

La somiglianza con Morgana è impressionante, in particolare lo sguardo!! semplicemente fantastica!

Giuliana grazie dal profondo del nostro cuore e anche da quella pelosetta che sta lì a guardarsi nel disegno e non vede l’ora di conoscere la zia Giuly💜🐾

Giuliana ti vogliamo bene e presto (più o meno😬) arriveremo in camper da te! 🤣🤣😍

La dedica non si commenta perché il resto te lo dico a voce😀😘😘😘

Nel bosco..🌲🍂🙏🏻

Nel bosco ho ritrovato la vera me stessa

nel camminare sorridente fra alberi dai mille colori

che perdono le loro foglie con disinvoltura

avvolta dai profumi della foresta

mi commuovo nel vedere tanta bellezza

così in un attimo sono immersa del mio mondo riparato e protetto dal genere umano

che spesso non comprendo e non accetto

in questo paradiso degli alberi c’è silenzio e poesia

qui siamo semplicemente chi siamo senza nessun giudizio e senza apparenza

nel cuore e nella mente un solo pensiero…

ricominciare a vivere.

Raven💜

Miei scatti,
“Forca d’Acero” (Parco Nazionale d’Abruzzo)

Buongiorno Vita✨🙏🏻💖

Nel risveglio esiste la vita.

Percepiamo la scintilla che carica la nostra giornata e ci sentiamo capaci di fare tutto in una sola mattinata

Un’ energia preziosa che non andrebbe mai sprecata.

Dopo un lungo sonno ricordiamo da dove siamo partiti e rendiamo grazie per la bellezza che qui e altrove, avremo la fortuna di contemplare.

Ottobre 🍁🍃🌓🍂

Come un varco tra due mondi è arrivato Ottobre avvolto dalle tonalità calde

La sua scia è colorata di arancione come le zucche che si preparano per essere colte e scolpite

mentre i fuochi iniziano a prendere forma scaldando le case di montagna.

Lassù nel verde del bosco le anime fatate collaborano con gli gnomi preparando il necessario per l’inverno che non tarderà ad arrivare.

Ottobre è un alchimista capace di trasformare le vite di ognuno con il suo fare deciso

liberando energie autunnali

risvegliando anche le menti più assopite con il suo respiro stregato.