DISTURBIA #nonsiamotuttiuguali #menomale

Andando contro il pensiero universale: “Siamo Tutti Uguali” scrivo e sostengo il contrario. L’uguaglianza come diritto fondamentale del genere umano ha differente valenza in questo caso, il mio pensiero è qualcosa di più profondo e viscerale, qualcosa che fa dire alla massa che sono strana, quella sana autocritica che mi rende allegramente asociale.

Convivo piacevolmente con i miei disagi presenti e per lo più passati, passando da un estremo all’altro, come una ragazzina esaltata in un campo di marijuana, alternando stati euforici a tristi momenti, dove aimé, vedo con occhi sbarrati IL VUOTO INTERIORE DI ALCUNE PERSONE. Vorrei essere nata altrove, ma la nostra esistenza la scegliamo noi e anche con estrema accuratezza.. per cui, mi faccio una ragione e vado avanti, portandomi dietro una serie di domande esistenziali di cui non sempre trovo risposta. Avendone fatte più di Carlo in Francia, non tanto in questa vita, quanto in passato, ora accetto con fatica, ma lo faccio, a denti stretti e con sorriso sanguinario😬☠ a testa alta il più possibile, nel bene e nel male. Perché di male ne ho ricevuto tanto… direi con sincerità che ne ho ricevuto pure troppo, quindi ora respiro e vado avanti, con alle spalle ricordi disturbanti a cui ho messo un bel macigno sopra, godendomi altrove la mia esistenza su questo pianeta bizzarro.

Ho provato a farmi andare bene i gruppi, gruppetti, sdolcinati e ridicoli atteggiamenti… ma non ce la posso fare! L’invidia mi fa schifo, la cattiveria gratuita anche e per ultima ma non meno grave: “L’IGNORANZA”, che definisco una malattia, un radicato marciume che rende le persone persino arroganti e convinte ai massimi livelli. Ho assorbito assurde situazioni, ho preso in faccia gettate di malignità, ostilità, odio puro, peggio di un assassino gettato tra la folla, talmente tanta energia negativa che sfido molti di voi a non essersi lanciati da un precipizio. Se mi soffermo a pensare un momento, mi vedo chiaramente nell’immagine vivida della mia cara Dea Morrigan che non lascia molto da aggiungere alle sue spalle.

Oggi più che mai, ho sviluppato un sano senso di conservazione che mi rende forte e determinata, aiutata soprattutto dal mio angelo in paradiso, mia madre💖, donna meravigliosa, rimasta accanto a me prima e dopo la così lontana morte, o per meglio dire, il trapasso nell’altra vita, da dove difficilmente si riesce a comunicare con noi da questa parte.

Ricapitolando..

Non seguo più chi non reputo intellettualmente stimolante, non seguo gente che piuttosto che metterti un like ad un articolo, si butta dal balcone di casa🏃, peggio mi sento, per i disturbati che sono talmente insensibili, da non avere nemmeno la decenza di dare un’occhiata a chi magari fa un commento carino e si interessa alle vite altrui POSITIVAMENTE, prendendosi la briga di dedicare anche solo un minuto nel leggervi..

Sapete che c’è?! … CHE AMAREZZA!!!! perché ad un certo punto stufate!

Credo che dopo gli …anta, non ci dovrebbe più essere spazio per i gruppetti da liceali stronzi, perché lo scopo della nostra vita, sappiatelo, è L’EVOLUZIONE! quindi fatevi furbi e createvi una bella chat su whatsapp, con una splendida foto tutti abbracciati come sfondo, dove potete lodarvi e sbrodarvi a vicenda, piangendovi addosso per le vostre vite di merda.

Le vite su questo pianeta sono fin troppe, ognuno ha problemi da affrontare e risolvere, per cui della vostra routine non frega nulla a nessuno. Se per sbaglio qualche buon anima si interessa a voi, lo fate fuori con facilità, ignorandone la presenza, quando basterebbe solo avere un po’ di sana umiltà nel percepire altro fuori da voi.

Questo non è bello! qualcuno ogni tanto dovrebbe stapparvi le orecchie capito??!

Volevo giusto informarvi, che mentre siete troppo presi dal guardare il granello di sabbia negli occhi degli altri, nei vostri avete delle travi e state apposto così, felici e deficienti nella vostra imbarazzante mediocrità, talmente imbarazzante da non lasciare spazio al nulla.

Belli siete ….

fate qualcosa di concreto in questa vita, perché vi garantisco che poi vi ritroverete indietro dopo… chi vuol capire capisca. Certi pesi si attaccano e diventano pece, come matasse nere fluttuanti che difficilmente non avranno conseguenze.

A tal proposito vi invito a leggere libri…quelli seri però.