Moena, la fata delle Dolomiti πŸ—»πŸ•πŸŒ¨πŸŒ²πŸŒΉπŸ¦‹

Sempre con immenso piacere ritorno in Val di Fassa, incantevole dipinto naturale dai colori nitidi e sinceri, nella splendida regione del Trentino.

Nel mese di Dicembre Γ¨ sempre tutto piΓΉ bello, in questi paesini di montagna si respira aria natalizia e il paesaggio diventa fatato. D’altro canto, non sarebbe la regione delle fate, folletti e gnomi!πŸ§πŸ»β€β™€πŸ§šβ€β™€πŸ§šπŸ»β€β™‚πŸ§™β€β™€πŸ€ΆπŸ»

Con un’ottima posizione, esattamente al confine tra le valli di Fiemme e Fassa, Moena Γ¨ il primo dei 18 comuni che formano la Ladinia e uno degli 11 che costituiscono la Val di Fiemme.

Considerato un paese magico, trasmette un incorporea serenitΓ , dove le tradizioni culinarie si mescolano alle leggende montane.

Le materie prime sono di altissimo livello e la carne ha un sapore differente, rispetto ad altri posti dove sono stata. Non sono una grande mangiatrice di salumi e di carne suina in genere, ma lo speck che fanno in Trentino Γ¨ davvero unicoπŸ₯“.

Per non parlare dei formaggi, in particolare il “Puzzone di Moena”πŸ§€ il suo sapore Γ¨ pungente soprattutto in base alla stagionatura, non adatto a tutti i palati, ha un gusto deciso e raffinato. Buonissimo il miele🍯, quest’anno ho voluto provare il raro e pregiato miele di Rododendro. Considerato un elisir naturale, fa parte dei presidi SLOW FOOD. Dal sapore dolce e delicato, cresce solo in alta montagna e presenta molteplici proprietΓ . Due parole anche sulle meraviglie del boscoπŸ‡πŸ’πŸ“; senza dubbio, non hanno niente a che vedere con la frutta che troppo spesso troviamo in giro. Credo di non aver mai visto dei mirtilli cosΓ¬ grandi come quelli di MoenaπŸ‘€ sembrano chicchi d’uva!

Mi sono soffermata sul cibo perchΓ© ne vale veramente la pena, i trentini ci tengono alle loro zone e alla qualitΓ  degli alimenti, per questo motivo Γ¨ importante scrivere e dare un contributo personale, in primo luogo per la catastrofe avvenuta a Novembre. Un tornado ha distrutto migliaia di alberi, stroncando le basi dei tronchi. Uno scenario disastroso che non verrΓ  risanato per molto tempo.

La mia compagna di viaggio ha scritto un’ interessante recensione nel suo blog “lognomodicrema.com” sul ristorante stellato “Malga Panna”, a cui a dato nome all’articolo. Vi invito a leggerlo perchΓ© Γ¨ capace e mette del suo anche con le foto, stuzzicando la curiositΓ  e l’appetito! πŸ€—πŸ½πŸΎπŸ₯‚πŸ‘©β€πŸ³πŸ₯˜

La leggenda di Re Laurino e le montagne tinte di rosaπŸŒΉπŸ”

Secondo la leggenda, sul Catinaccio, dove in primavera, si intravede una grande chiazza di neve racchiusa in una sorta di catino, si custodiva il giardino di rose di Re Laurino. Ecco perché in tedesco il Catinaccio si chiama Rosengarten, cioè Giardino delle Rose.

Re Laurino regnava su un popolo di nani minatori, grandi cercatori di cristalli, argento e oro. Il Re possedeva armi magiche: una cintura che gli dava la forza di 12 uomini e una coppa che lo rendeva invisibile.

Un giorno il Re dell’ Adige decise di maritare la bellissima figlia Similde e invitΓ² tutti i nobili di zona, tranne Re Laurino. Questo lo disturbΓ² a tal punto da recarsi comunque alla cerimonia ma come ospite invisibile.

Quando vide Similde se ne innamorΓ² all’ istante e la rapΓ­ caricandola in sella al suo cavallo.

Tutti i pretendenti si lanciarono subito all’ inseguimento per riportare indietro la bella principessa. Arrivati davanti al Giardino delle Rose, il Re si mise la cintura per sconfiggere gli uomini ma fallΓ¬. CosΓ¬ prese la coppa e iniziΓ² a saltellare in mezzo alle rose, credendo di non essere visto; le sue rose, perΓ², lo tradirono con il loro movimento e fu catturato.

Laurino irritato da tale destino, gettΓ² una maledizione sul Rosengarten: “Ne di giorno, ne di notte, nessun occhio umano avrebbe piΓΉ ammirato la sua bellezza”.

In questo triste finale c’Γ¨ un risvolto positivo; Re Laurino dimenticΓ² il tramonto e l’alba che da allora fanno risplendere il Catinaccio di altrettanta rara bellezza.

Nelle foto sottostanti potete ammirare un raro esemplare di “barboncino toy delle nevi!πŸ˜‚πŸ˜‚πŸ©β„β›„la temeraria Morganaβ™₯

16 commenti Aggiungi il tuo

  1. Chicca Napolitano ha detto:

    Bellissimo articolo ma mai stupendo quanto il rarissimo barboncino 🐩 delle neviπŸ”

    Piace a 1 persona

    1. πŸ˜‚πŸ˜Š Cara gnomo di crema, te sei di parte😍❀

      Piace a 1 persona

  2. sidilbradipo1 ha detto:

    Magnifici posti πŸ˜€
    Ma il barboncino delle nevi è magico! 😍
    Ciao
    Sid

    Piace a 1 persona

    1. Grazie😍 è la mia piccola Morgana🐩🌻

      Piace a 1 persona

  3. novecentomilaepiu ha detto:

    il Trentino ha un fascino particolare!

    Piace a 1 persona

  4. Giuseppe La Mura ha detto:

    Che bella descrizione e le foto sono magnifiche πŸ™‚

    Piace a 1 persona

  5. Maria ha detto:

    Bellissimi posti!

    Piace a 1 persona

      1. Maria ha detto:

        Sì 😍

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...