Meteora, un luogo che arriva dallo Spazio

Un posto davvero assurdo quasi magico, che mi ha colpita come una meteora😂😀😉 è il paese di Meteora, nella Grecia del nord. Il suo nome significa letteralmente “In mezzo all’aria” dal greco “META” in mezzo a” e “AER” aria. È una località insolita, piovuta dal cielo, dove si respira spiritualità e il contatto con Dio sembra più vicino.

La sensazione che si percepisce arrivando verso Meteora è peculiare.. dopo chilometri di strada quasi tutta uguale, si scorgono da lontano le grandi rocce dalle bizzarre forme, estese verso l’alto.

Situata nella pianura della Tessaglia, nelle vicinanze della cittadina di Kalambaka, è un importante centro della chiesa ortodossa, oltre ad essere una famosa meta turistica definita patrimonio dell’ umanità dall’UNESCO.

In molti parlano di strani fatti accaduti nella zona, alcuni sostengono di aver visto luci volteggiare sopra le meteore, per poi sparire nel nulla con velocità.

La mia esperienza è stata positiva, ho sentito una sorta di protezione, anche se devo ammettere che ho avuto l’impressione, di essere in parte in un paesaggio non terrestre e a tratti dentro al set di Jurassic Park. Indubbiamente l’imponenza delle meteore si sente molto, incutendo quel minimo di concitazione che comunque ci sta😵😉

Fulcro di preghiera, è sede di uno dei principali raggruppamenti di Monasteri della Grecia, secondo solo a quello del Monte Athos ( luogo incantevole, praticamente inaccessibile, in particolar modo alle donne)

I primi insediamenti risalgono all’ XI secolo con i primi eremiti, successivamente si formò una comunità estesa di monaci asceti.

Dei ventiquattro monasteri, ormai solo sei sono ancora oggi abitati. Due di questi abitati da suore.

Non riesco a non pensare all’enorme fatica nell’ erigere i Monasteri a picco sulle rocce, la sola idea mi fa soffrire di vertigini.. come d’altronde la visita al Monastero di Aghia Triada (Monastero della Santa Trinità ), il più antico tra quelli di Meteora, costruito nel 1476, si trova sulla cima di una delle rocce a più di 400 metri.

Gli altri cinque Monasteri anche questi aperti ai visitatori, sono:

. Sacro Monastero del Grande Meteoron

. Sacro Monastero di Varlaam

.Sacro Monastero di Rousanou – Santa Barbara

. Sacro Monastero di San Nicholas Anapausas

. Sacro Monastero di Santo Stefano

Non mi sono soffermata perché io ne ho visti solo due e quando ci tornerò potrò parlarne in modo più dettagliato. Per ora parleranno le fotografie, come sempre scattate personalmente, foto che ho fatto rischiando di volare di sotto!!😱🏔🕊

Vorrei risolvere insieme a voi cari lettori🤓📚, un dubbio amletico che ormai mi attanaglia da anni..

Nella foto qui sotto, io vedo un muso scolpito nella roccia…non voglio influenzare nessuno, per cui non vi dico cosa vedo io👀 ma sono quasi certa delle vostre risposte!!😬🤔❓ Confrontate voi stessi e fatemi sapere cosa vi sembra nei commenti sotto l’articolo…

Concludo facendo una considerazione sull’incredibile lavoro dei monaci all’interno dei vari Monasteri; dalla produzione diretta di ortaggi e frutta alla manodopera artigianale, dalla realizzazione di oggetti di preghiera, alla creazione di incensi naturali dai profumi inebrianti, sono noti in tutta la Grecia e vengono venduti in alcuni negozi specializzati, oltre che nei negozi di souvenir degli stessi Monasteri.

Lacrime di sangue

IMG_20181106_182914

Passano secoli e sul mio corpo non rimangano segni

invasa dai ricordi e dalle esperienze passate e mai dimenticate.

La mia anima scalpitante attende il futuro che cambia, forgiato dal destino.

Infinita saggezza nutre carne e pensiero

il cuore non si immerge più in sentimenti ingenui e passionali.

Il dolore mi ha ghiacciata nel suo insegnamento profondo,

ma nel mio insolito sentire, sono un fiume di emozioni dense che esplodono in lacrime di sangue.