L’ Acropoli di Atene

Per antonomasia il simbolo di Atene è la maestosa Acropoli (Akro Poli) “città che sta sopra”, considerata un’ eredità culturale unica nel suo genere, nonché Patrimonio UNESCO dal 1987. Il profilo del Partenone ne fa da padrona, aprendo il sipario storico dell’antica Grecia, un viaggio verso un’affascinante epoca.

Conosciuta anche con il nome di Cecropia in onore del primo re ateniese Cecrope, spicca sulla capitale a 150 metri di altezza e la rende avvolta da un alone di sacralità.

Fu un’epoca vittoriosa quella di Pericle (495-425 a.C.) a tratti tormentata, nata come fortezza, l’ Acropoli ha vissuto assedi, restauri inadatti e catastrofici incidenti, in particolare i bombardamenti veneziani del 1687, che ridussero il Partenone in un ammasso di macerie. Malgrado ciò, la forza di questo sito archeologico è rimasta ancorata alla sua possente struttura, ancora oggi, continuano i restauri come potete vedere nelle mie foto, scattate qualche settimana fa.

Propilei

Monumentale ingresso dell’ Acropoli, che apre la Via Panatenaica, formato da colonne e portici in stile ionico e dorico progettati dall’architetto Mnesicle.

Tempio di Atena Nike

Progettato da Callicrate, è la struttura più piccola dell’Acropoli, costruita in marmo pentelico. Ha subito uno smontaggio completo nel 2003, per via di errato restauro. Come si può notare dalla foto, la differenza fra gli elementi preesistenti ed i successivi è evidente.

Partenone

Simbolo della democrazia ateniese è un binomio fra perfette proporzioni e armonia. Tempio dorico, più grande mai costruito è situato sulla parte alta dell’Acropoli. Opera degli architetti Ictino, Callicrate e Mnesicle, la cui supervisione fu affidata a Fidia.

Eretteo

Il famoso Santuario dell’Eretteo, deve il nome al mitico re ateniese Erittonio e rappresenta un importante fulcro dell’Acropoli. Monumento sacro alla dea Atena, è costituito da una fila di sei colonne anteriori, mentre nella loggia a sud si trovano le sei colonne a forma di statue chiamate Cariatidi, copie in gesso delle originali; di cui cinque conservate nel Nuovo Museo dell’Acropoli e la sesta nel British Museum di Londra.

La mitologia racconta che in questo luogo si svolse la disputa fra Atena e Poseidone, qui si custodivano su una roccia l’impronta del Tridente del dio, un pozzo di acqua salata da cui sarebbe uscito il cavallo, dono di Poseidone e l’olivo donato dalla dea Atena alla città.

Teatro di Dioniso

Nell’area dell’Acropoli sono presenti due teatri; il teatro di Dioniso, opera di Licurgo è posto nella parte bassa e può ospitare circa 17 mila spettatori. Nel periodo tra il V e il IV secolo a.C. fu il teatro più importante della Grecia, dove importanti autori, fra cui Sofocle, Euripide, Eschilo (drammaturghi) e Aristofane e Menandro (commediografi), misero in scena le loro opere. Cadde in disuso sino ad epoca Romana.

Teatro di Erode Attico

Definito “teatro-gioiello” offre una vista incantevole della città. Dedicato da Erode alla moglie Regilla, conteneva circa 5000 persone ed era utilizzato soprattutto per concerti musicali. Dopo il restauro degli anni’ 50 divenne uno dei maggiori auditorium del Festival Ateniese, ospitando artisti del calibro di Maria Callas, Maurice Béjart, Mikīs Theodōrakīs, Herbert von Karajan e la filarmonica di Vienna.

Vi consiglio di visitare oltre al Nuovo Museo dell’Acropoli, anche il Vecchio Museo, che si trova di fronte al Partenone.

Atene è una città estremamente caratteristica, posso dirvi con certezza, mettendo da parte il mio amore personale per la Grecia in generale, che Atene ha una forte attrattiva. Ci sono numerosi locali, ristoranti, e ritrovi per i giovani. Ma del suo fascino street art, parlerò in un altro articolo.

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. DutchIl ha detto:

    Thank you for sharing your adventures and lovely pictures… through your eyes I am able to the world!!… 🙂

    “The life I touch for good or ill will touch another life, and that in turn another, until who knows where the trembling stops or in what far place my touch will be felt.” Frederick Buechner

    Piace a 1 persona

    1. Thank you for reading and for following my blog! 😊🙏

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...